Startup come innesco dell'Industry 4.0: tre modifiche normative necessarie

Articolo scritto dell'Ing. Paolo Anselmo

Un breve estratto dell'articolo, scritto dall'Ing. Paolo Anselmo, nel quale vengono spiegate le linee guida che la nostra associazione ha voluto esporre durante l'audizione del 26 Febbraio 2016 presso la X Commissione Parlamentare - Attività Produttive :

"L’associazione IBAN lavora da molti anni come stakeholder del sistema, per dare il suo contributo al legislatore nell’ottica di favorire gli investimenti in capitale di rischio e di agevolare la nascita e lo sviluppo delle startup. A novembre 2014 abbiamo redatto insieme allo Studio Legale e Tributario CBA il Libro Bianco Start Up, un testo contenente tutta una serie di suggerimenti nell’ambito del diritto tributario, del diritto societario e del diritto del lavoro, che abbiamo inviato a Ministeri e Commissioni Parlamentari impegnate su queste tematiche.

Alcune di queste proposte sono anche state recepite nel nostro ordinamento (si pensi ad esempio a quanto contenuto nell’Investment Compact). Le restanti riteniamo possano essere utili anche nell’ambito di Industria 4.0. Obiettivo di fondo, e oserei anche dire necessità, in questo Paese, è quello di provare, tutti quanti, a fornire un contributo, ciascuno sulla base delle proprie competenze e professionalità, facendo sistema e svolgendo la propria parte non solamente come privati cittadini ma anche nell’interesse della res pubblica.

Vi sono tre aspetti principali che, a parere di IBAN, il Legislatore dovrebbe approfondire per aumentare il volume degli investimenti e incentivare e valorizzare l’innovazione portata dalle startup in Italia:

  1. Dare un riconoscimento giuridico alla professione di Business Angel in modo da avvicinare imprenditori, ex imprenditori e manager al mondo del Business Angel;
  2. Mettere in connessione il mondo delle PMI e delle grandi Imprese con il sistema delle startup e dell’innovazione;
  3. Incentivare gli investimenti creando un mercato secondario che coinvolga società e fondi di investimento più grandi."
 
Potete trovare l'articolo completo al seguente link

FONTE http://www.agendadigitale.eu/